Questo sito utilizza cookie tecnici. Possono esserere inviati cookie da terze parti destinati al solo scopo statistico la cui raccolta di dati è riferita esclusivamente all'uso di questo sito. Continuando la navigazione accetti tacitamente l'uso dei cookie indicati. →  Per maggiori info → → → → 
PAGINA DI ARCHIVIO, PER NOTIZIE PIÙ RECENTI SU: MACCHINE
PER CANTIERI
CLICCA QUI →
 

Mecalac - 12MTX, 8MCR, 10 MCR, AS 900tele

 
 

Mecalac propone macchine particolari che hanno nel loro DNA di progettazione la caratteristica della polivalenza e dell’adattabilità

Ampia scelta

FOTOTECA VIDEOTECAhttp://www.macchinecantieri.com/fototeca_&_videoteca.htmlshapeimage_3_link_0
SOCIAL NETWORKhttp://www.macchinecantieri.com/Social_network.htmlshapeimage_4_link_0
FILMATI ISTITUZIONALIhttp://www.macchinecantieri.com/Filmati_istituzionali.htmlshapeimage_5_link_0
RIVISTE DIGITALIhttp://www.macchinecantieri.com/Riviste_Digitali.htmlshapeimage_6_link_0
E-@LABhttp://www.macchinecantieri.com/E-l%40b.htmlshapeimage_7_link_0
ARTICOLIhttp://www.macchinecantieri.com/Articoli.htmlshapeimage_8_link_0
PRECEDENTE
      sfoglia pagine
         SUCCESSIVAnewholland01212.htmlmarangoni012.htmlshapeimage_9_link_0shapeimage_9_link_1
HOMEhttp://www.macchinecantieri.com/home.htmlshapeimage_10_link_0
CHI SIAMOhttp://www.macchinecantieri.com/Chi_siamo.htmlshapeimage_11_link_0
CONTATTIhttp://www.macchinecantieri.com/Contatti.htmlshapeimage_12_link_0
INDICE ARTICOLI 2012indice.htmlshapeimage_13_link_0
Per facilitare la
navigazione
Le pagine indice 
contengono l’elenco
per argomento degli
articoli pubblicati
ed i relativi link
Mecalac si è sempre contraddistinta per l’ideazione e la realizzazione di macchine movimento terra originali, basate su concetti innovativi che le vedono trasformate in unità multifunzione che ben si adattano a cantieri di difficile realizzazione. Chi non conosce, per esempio, la 12MTX, una macchina multifunzione gommata da 9,1 t che grazie al suo concept le consente di svolgere le operazioni di solito deputate anche a due o tre macchine diverse. Un fatto molto apprezzabile, questo, soprattutto per le piccole imprese edili che possono lavorare nei cantieri con una sola macchina e ridurre così i loro costi, ma in generale apprezzabile in ogni occasione visti i difficili andamenti del mercato. Giusto per dare l’idea della polifunzionalità della 12MTX possiamo ricordare che questa macchina, munita di un solleva-pallet, è in grado di effettuare lavori di movimentazione all’interno dei locali, posizionando facilmente carichi pesanti in luoghi che un normale sollevatore telescopico non è in grado di raggiungere. Alla famiglia delle “multifunzionali  gommate” si affianca quella delle macchine cingolate composta da diversi modelli identificabili dalla sigla MCR. Come la 8MCR, una cingolata che combina le caratteristiche di un escavatore compatto da 7,2 / 7,6 t e di una pala caricatrice compatta rapida con telaio cingolato triangolare. La 8MCR ha una velocità di spostamento fino a 10 km/h. Grazie a un semplice selettore, l’operatore trasforma il suo escavatore compatto in pala caricatrice compatta e viceversa, mantenendo gli stessi comandi. L’attacco rapido idraulico Active Lock permette inoltre di cambiare l’attrezzo in pochi secondi senza scendere dalla cabina. Ma la novità più importante sta nell’aver posto la traslazione in modo caricatore sotto il controllo del manipolatore, consentendo così di migliorare sensibilmente la produttività, il comfort e l’organizzazione del cantiere. Due anni dopo aver presentato la 8MCR, Mecalac ha sviluppato la 10MCR, una macchina da 9,4/10 t, adatta a lavori che esigono prestazioni maggiori della 8MCR nello scavo e nella movimentazione mantenendo le altre caratteristiche. Con il vantaggio della compattezza sia al suolo, sia in altezza grazie alla cinematica dell’equipaggiamento Mecalac, associato a prestazioni proprie di macchine di tonnellaggio superiore, a una velocità di spostamento elevata e a una vera polivalenza, la 10MCR si rivolge a imprese interessate alla gestione intelligente e alla redditività del loro cantiere. Scelti tramite un semplice selettore, a bordo sono disponibili due modi di guida dedicati a ogni funzione che permettono all’utilizzatore di ritrovare i comandi normalizzati ISO di un escavatore compatto o di una pala caricatrice compatta. L’operatore acquisisce immediatamente la padronanza del mezzo e il livello di comfort è garantito dalle funzioni raggruppate sui manipolatori e alla spaziosità del vano, tra i più ampi della categoria.  Chiudiamo con un accenno al modello AS 900tele, la più recente pala caricatrice  a braccio telescopico girevole presentata da Mecalac con motore da 63 kW e progettata per benne con volumi compresi fra 0,9 e 1,4 m3. La nostra è in grado di raggiungere un’altezza di sollevamento di 4,72 m e uno sbraccio di 3,50 m. Grazie alle dimensioni compatte è in grado di lavorare negli spazi più ridotti, generalmente cantieri per la posa di cavi, canalizzazioni, lavori stradali, aree verdi, edilizia, oltre che al settore industriale e del riciclaggio di rifiuti.

Mecalac si è sempre contraddistinta per l’ideazione e la realizzazione di macchine movimento terra originali, basate su concetti innovativi che le vedono trasformate in unità multifunzione che ben si adattano a cantieri di difficile realizzazione. Chi non conosce, per esempio, la 12MTX, una macchina multifunzione gommata da 9,1 t che grazie al suo concept le consente di svolgere le operazioni di solito deputate anche a due o tre macchine diverse. Un fatto molto apprezzabile, questo, soprattutto per le piccole imprese edili che possono lavorare nei cantieri con una sola macchina e ridurre così i loro costi, ma in generale apprezzabile in ogni occasione visti i difficili andamenti del mercato. Giusto per dare l’idea della polifunzionalità della 12MTX possiamo ricordare che questa macchina, munita di un solleva-pallet, è in grado di effettuare lavori di movimentazione all’interno dei locali, posizionando facilmente carichi pesanti in luoghi che un normale sollevatore telescopico non è in grado di raggiungere. Alla famiglia delle “multifunzionali  gommate” si affianca quella delle macchine cingolate composta da diversi modelli identificabili dalla sigla MCR. Come la 8MCR, una cingolata che combina le caratteristiche di un escavatore compatto da 7,2 / 7,6 t e di una pala caricatrice compatta rapida con telaio cingolato triangolare. La 8MCR ha una velocità di spostamento fino a 10 km/h. Grazie a un semplice selettore, l’operatore trasforma il suo escavatore compatto in pala caricatrice compatta e viceversa, mantenendo gli stessi comandi. L’attacco rapido idraulico Active Lock permette inoltre di cambiare l’attrezzo in pochi secondi senza scendere dalla cabina. Ma la novità più importante sta nell’aver posto la traslazione in modo caricatore sotto il controllo del manipolatore, consentendo così di migliorare sensibilmente la produttività, il comfort e l’organizzazione del cantiere. Due anni dopo aver presentato la 8MCR, Mecalac ha sviluppato la 10MCR, una macchina da 9,4/10 t, adatta a lavori che esigono prestazioni maggiori della 8MCR nello scavo e nella movimentazione mantenendo le altre caratteristiche. Con il vantaggio della compattezza sia al suolo, sia in altezza grazie alla cinematica dell’equipaggiamento Mecalac, associato a prestazioni proprie di macchine di tonnellaggio superiore, a una velocità di spostamento elevata e a una vera polivalenza, la 10MCR si rivolge a imprese interessate alla gestione intelligente e alla redditività del loro cantiere. Scelti tramite un semplice selettore, a bordo sono disponibili due modi di guida dedicati a ogni funzione che permettono all’utilizzatore di ritrovare i comandi normalizzati ISO di un escavatore compatto o di una pala caricatrice compatta. L’operatore acquisisce immediatamente la padronanza del mezzo e il livello di comfort è garantito dalle funzioni raggruppate sui manipolatori e alla spaziosità del vano, tra i più ampi della categoria.  Chiudiamo con un accenno al modello AS 900tele, la più recente pala caricatrice  a braccio telescopico girevole presentata da Mecalac con motore da 63 kW e progettata per benne con volumi compresi fra 0,9 e 1,4 m3. La nostra è in grado di raggiungere un’altezza di sollevamento di 4,72 m e uno sbraccio di 3,50 m. Grazie alle dimensioni compatte è in grado di lavorare negli spazi più ridotti, generalmente cantieri per la posa di cavi, canalizzazioni, lavori stradali, aree verdi, edilizia, oltre che al settore industriale e del riciclaggio di rifiuti.