Questo sito utilizza cookie tecnici. Possono esserere inviati cookie da terze parti destinati al solo scopo statistico la cui raccolta di dati è riferita esclusivamente all'uso di questo sito. Continuando la navigazione accetti tacitamente l'uso dei cookie indicati. →  Per maggiori info → → → → 
PAGINA DI ARCHIVIO, PER NOTIZIE PIÙ RECENTI SU: COMPONENTI
& PNEUMATICI
CLICCA QUI →
 

MARANGONI - Pneumatici ricostruiti per il movimento terra

 

Mossa vincente

Per facilitare la
navigazione
Le pagine indice 
contengono l’elenco
per argomento degli
articoli pubblicati
ed i relativi link
FOTOTECA VIDEOTECAhttp://www.macchinecantieri.com/fototeca_&_videoteca.htmlshapeimage_7_link_0
SOCIAL NETWORKhttp://www.macchinecantieri.com/Social_network.htmlshapeimage_8_link_0
FILMATI ISTITUZIONALIhttp://www.macchinecantieri.com/Filmati_istituzionali.htmlshapeimage_9_link_0
RIVISTE DIGITALIhttp://www.macchinecantieri.com/Riviste_Digitali.htmlshapeimage_10_link_0
E-@LABhttp://www.macchinecantieri.com/E-l%40b.htmlshapeimage_11_link_0
ARTICOLIhttp://www.macchinecantieri.com/Articoli.htmlshapeimage_12_link_0
PRECEDENTE
      sfoglia pagine
         SUCCESSIVAmecalac_da_tanti_uno.htmlCTE_evoluzione.htmlshapeimage_13_link_0shapeimage_13_link_1
HOMEhttp://www.macchinecantieri.com/home.htmlshapeimage_14_link_0
CHI SIAMOhttp://www.macchinecantieri.com/Chi_siamo.htmlshapeimage_15_link_0
CONTATTIhttp://www.macchinecantieri.com/Contatti.htmlshapeimage_16_link_0
INDICE ARTICOLI 2012indice.htmlshapeimage_17_link_0

La ricostruzione dei pneus nel settore del movimento terra può essere fonte di innumerevoli vantaggi. Non solo economici

Nome: MARANGONI SpA

Anno di fondazione: 1957

Sede:

CAP: 38068

Città: ROVERETO

Provincia: TN

Nazione: ITALIA

Link: www.marangoni.com

 

Quindi ne risulta che la qualità di partenza del pneumatico acquistato, così come il suo corretto utilizzo, sono due condizioni essenziali per la ricostruzione. Chi recentemente ha scelto un’offerta di pneumatici budget movimento terra è tornato poi a utilizzare i Premium, dopo aver testato le scarse performance e la non riparabilità e ricostruibilità di quei pneumatici. Ma come assicurarsi della qualità di un pneumatico  nuovo o ricostruito? Semplice. Affidandosi a Costruttori di riconosciuto livello e informandosi. Per esempio, è giusto sapere che i pneumatici ricoperti Marangoni sono prodotti al 100% nello stabilimento di Rovereto, il cui processo produttivo ha conseguito la certificazione ambientale ISO 14001. Presso la stessa sede vi è anche tutta la R&S del gruppo, unificata in un nuovissimo Centro Ricerche dove vengono realizzati anche programmi di formazione per i clienti, con corsi specifici sulla conoscenza dei pneumatici movimento terra, sulle applicazioni e sulla manutenzione al fine di massimizzarne le performance.

Ai clienti che ne avessero l’esigenza, è offerta anche formazione e consulenza sulla verifica delle carcasse e sulla riparazione dei pneumatici. Da qui si capisce che il primo a investire sul proprio futuro è proprio Marangoni, nel cui interesse vi è la fidelizzazione del cliente. Marangoni non a caso oggi è in grado di offrire una gamma di ben 267 diversi prodotti suddivisi in 73 misure e 38 profili. Un esempio sono i pneumatici per pala caricatrice della serie MH Extra, che ha un battistrada maggiorato di circa il 20% rispetto all’offerta standard del mercato di riferimento. Oppure il nuovo prodotto nella misura 20.5 x 25 disponibile da febbraio nel profilo MLD. Anche in questo caso, si tratta di un profilo maggiorato (L4+) rispetto all’offerta attuale del mercato, e con una mescola specifica che si adatta perfettamente al lavoro in siti gravosi e all’utilizzo in impianti dove si effettua lo smaltimento dei rifiuti. I tecnici Marangoni hanno poi sviluppato nuovi prodotti anche nel segmento delle miniere sotterranee: il nuovo profilo Liscio con spessore del battistrada (L5S) molto profondo e mescola più performante nella dimensione 29.5 x 29. Un mercato importante, inoltre, è rappresentato anche dai pneumatici utilizzati su dumper articolati, dove l’offerta nelle misure più importanti e popolari (per intenderci la 23.5R25, 26.5R25 e 29.5R25) prevede un profilo come l’MADN e per gli utilizzi più estremi la possibilità di profili diversificati e specifici tramite la produzione in Recaflex. Senza dimenticare gli oversized. Nel business relativo all’utilizzo su dumper rigidi l’offerta Marangoni arriva fino alla dimensione 36.00R51 per dumper con portate sopra le 100 t. Sono disponibili diverse mescole in relazione alle diverse applicazioni esistenti oggi, dalla mescola con massima resistenza ai tagli, denominata W2, a quella con massima resistenza al calore e alle velocità elevate come l’H1. Marangoni è quindi in grado di ricoprire i vari prodotti seguendo le diverse richieste ed esigenze del sito di lavoro. In questo segmento specifico, in cui la carenza di pneumatici nuovi radiali Premium sembra essere particolarmente significativa, l’utilizzo dei pneumatici ricoperti Marangoni permette all’utilizzatore di evitare il fermo dei mezzi e di non doversi rifornire con pneumatici acquistati dal mercato parallelo a prezzi proibitivi.

Tra i primi a legare la propria sorte alla tecnica dei pneumatici  ricostruiti fu Marangoni che, fin dai lontani Anni ’50 aveva compreso i vantaggi del pneumatico ricostruito, sia per gli utilizzatori, sia per l’ambiente. Nei successivi 60 anni, cioè fino a oggi, Marangoni ha investito risorse umane, economiche e temporali con l’obiettivo di raggiungere l’eccellenza nell’intero processo produttivo del ricostruito: le mescole, le tecnologie e i macchinari impiegati nella produzione Marangoni sono realizzati, testati e aggiornati internamente, nel Centro Ricerche e Sviluppo del Gruppo. L’ampia gamma di pneumatici movimento terra oggi prodotta nello stabilimento di Rovereto e offerta dal Costruttore trentino rappresenta quindi la sintesi di un intenso lavoro di sviluppo del prodotto svolto in laboratorio, in produzione e, infine, sul campo, con l’obiettivo di soddisfare al meglio le necessità dei clienti. Una delle gamme nate da questo sforzo aziendale è quella dei pneumatici ricostruiti movimento terra che rappresentano la risposta alle richieste di efficienza e risparmio per l’utilizzo in cantiere, miniera, cava e nei porti e, nello stesso tempo, una speranza per l’ambiente. Il Gruppo Marangoni  si pone oggi quale punto di riferimento importante anche in questo specifico settore. La congiuntura economica generale in Europa, dal canto suo, impone l’esigenza del risparmio. A tutto questo risponde la ricostruzione  che, in questo come in altri settori, rappresenta un vantaggio competitivo. Innanzitutto perché, come apprendiamo dalle stesse parole di Luca Mai, Sales Executive Manager della business unit Commercial & Earthmover Tyres del Gruppo Marangoni, qualunque pneumatico, anche il più grande, se gestito correttamente può essere ricoperto a un costo inferiore del 40/50% rispetto a quello richiesto per un pneumatico nuovo Premium. Un risparmio per l’utilizzatore evidente e significativo. Il vero problema, semmai, è capire quando e se un pneumatico può essere riparato e/o ricostruito, così come è importante ottenere la massima efficienza e ritorno dall’investimento effettuato al momento dell’acquisto (ossia ottenere il miglior costo orario del pneumatici).