Questo sito utilizza cookie tecnici. Possono esserere inviati cookie da terze parti destinati al solo scopo statistico la cui raccolta di dati è riferita esclusivamente all'uso di questo sito. Continuando la navigazione accetti tacitamente l'uso dei cookie indicati. →  Per maggiori info → → → → 
PAGINA DI ARCHIVIO, PER NOTIZIE PIÙ RECENTI SU: PIATTAFORME
AEREE
CLICCA QUI →
 
la piattaforma e270px di gsr - all’opera con paledil in un cantiere di Arcore. fornita da nolven
 
Chi sono
Nome:GSR 
Anno di fondazione:1890
Indirizzo: via Lea Giaccaglia, 5
 - 47924 - Rimini (RN)
Telefono: 0039 0541 397811
Fax:0039 0541 384491
Per info: www.gsrspa.it
Nome:NOLVEN
Indirizzo:via dell’Industria, 1/3 
20882 - Bellusco (MB)
Telefono:  039 6022086
Fax: 039 6200121
Per info:info@nolven.it www.nolven.it 

Nome:PALEDIL
Indirizzo: via A. Ciucani
20060 - Ornago (MB)
Telefono:  039 6010030http://www.gsrspa.itmailto:info@nolven.ithttp://www.nolven.itshapeimage_2_link_0shapeimage_2_link_1shapeimage_2_link_2
Avviso
 

La E270PX di GSR risponde appieno alle esigenze operative di Paledil. Quasi fosse costruita su misura

27 metri ad hoc!

FOTOTECA VIDEOTECAhttp://www.macchinecantieri.com/fototeca_&_videoteca.htmlshapeimage_7_link_0
SOCIAL NETWORKhttp://www.macchinecantieri.com/Social_network.htmlshapeimage_8_link_0
FILMATI ISTITUZIONALIhttp://www.macchinecantieri.com/Filmati_istituzionali.htmlshapeimage_9_link_0
RIVISTE DIGITALIhttp://www.macchinecantieri.com/Riviste_Digitali.htmlshapeimage_10_link_0
E-@LABhttp://www.macchinecantieri.com/E-l%40b.htmlshapeimage_11_link_0
ARTICOLIhttp://www.macchinecantieri.com/Articoli.htmlshapeimage_12_link_0
PRECEDENTE
      sfoglia pagine
         SUCCESSIVAjlg_prima_fila.htmlpilosio_da_pescara_a_jeddah.htmlshapeimage_13_link_0shapeimage_13_link_1
HOMEhttp://www.macchinecantieri.com/home.htmlshapeimage_14_link_0
CHI SIAMOhttp://www.macchinecantieri.com/Chi_siamo.htmlshapeimage_15_link_0
CONTATTIhttp://www.macchinecantieri.com/Contatti.htmlshapeimage_16_link_0
INDICE ARTICOLI 2012indice.htmlshapeimage_17_link_0
Per facilitare la
navigazione
Le pagine indice 
contengono l’elenco
per argomento degli
articoli pubblicati
ed i relativi link

A poco più di un anno dall'acquisto della piattaforma E270PX di GSR incontriamo Antonio Signorelli, titolare di Paledil, presso un cantiere di Arcore dove la sua azienda sta ultimando i lavori di rifacimento delle coperture di una palazzina composta da appartamenti. In effetti Paledil, fondata poco più di una decina di anni fa e con sede a Ornago (MI), opera sul territorio di Monza e Brianza e si è specializzata in lavori di manutenzione e ristrutturazione di stabili ad uso civile. Antonio Signorelli è accompagnato da Francesco Rivellini, l'operatore che generalmente manovra la piattaforma, da Fabio Lazzati di Nolven, distributore di zona per GSR con sede a Bellusco (MB), e da Luca Simeone, Area Manager Italia di GSR.

"Inoltre il fatto di avere gli stabilizzatori verticali e le dimensioni compatte in fase di trasporto mi permettono di raggiungere posti angusti, di accedere a rampe anche piuttosto ripide senza aver paura di toccare con gli stabilizzatori in fase di uscita. E poi non va sottovalutato il fatto del peso complessivo del mezzo: l'essere un veicolo patente B ha contenuto anche questo aspetto per noi fondamentale in quanto spesso operiamo su solai o comunque su strutture che hanno limiti di portata". La E270PX acquistata da Paledil è in configurazione standard e sfoggia un'altezza operativa di 26,5 m per uno sbraccio di 13,5 m. È allestita su un P60 Evolution di Isuzu equipaggiato con tutti i comfort in cabina, e va ad aggiungersi al parco mezzi di Paledil che annovera un paio di camioncini, un furgone doppia cabina per il trasporto degli operai (in totale in azienda lavorano 7 persone oltre al titolare) e un furgone per il trasporto materiali. Tra i mezzi movimento terra, invece, si annoverano un miniescavatore e una minipala. Ma la scelta come è caduta su GSR? "I primi contatti con Paledil risalgono a qualche anno fa" spiega Fabio Lazzati, agente Nolven. "Poi nel 2011 ci hanno contattato per la sostituzione della loro piattaforma e noi abbiamo proposto la E270PX di GSR che ha convito per le caratteristiche che abbiamo detto. Oggi ne seguiamo anche la manutenzione". Manutenzione semplice o guasti seri in questo primo anno di attività? chiediamo a Signorelli, che sorride prima di risponderci. "No, guasti seri nessuno, fortunatamente. E va considerato che la piattaforma lavora continuamente, spostandosi da un cantiere all'altro. In merito alla manutenzione per adesso non mi lamento, gli interventi sono stati rapidi e precisi. Tirando le somme, sono contento dell'acquisto fatto: per Paledil si tratta di un investimento importante: il fatto che non ci siano problemi e che la macchina ci consenta di eseguire lavori che prima non accettavamo per mancanza di un mezzo adeguato sono due grandi vantaggi. Soprattutto in un momento di mercato del genere, dove ogni lasciata è davvero persa, e non ci si può permettere di far sfuggire nessun lavoro".

  Da sinistra Luca Simeone di GSR, Fabio Lazzati di Nolven, Antonio Signorelli e Francesco Rivellini di Paledil
 

"La piattaforma E270PX di GSR è per noi un acquisto importante per vari motivi" ci spiega Signorelli. "Un anno fa abbiamo avuto la necessità di sostituire la nostra precedente piattaforma telescopica da 19 m con un modello più prestazionale non solo in termini di altezza di lavoro ma anche di sbraccio. Però non volevamo acquistare una piattaforma su camion patente C, una scelta per noi troppo impegnativa e, soprattutto, il mezzo in se si sarebbe rivelato inutilizzabile in molti nostri casi operativi". Chiediamo lumi. "La tipologia di lavori che svolgiamo" ci spiega Rivellini "ci porta a operare ad altezze comprese tra i 10 e i 27 m, per la manutenzione di coperture e facciate di stabili per lo più civili. Ma spesso tali strutture sono circondate da giardini o da zone strette, dove l'accesso e il posizionamento della piattaforma è difficoltoso. Per questo cercavamo una macchina un po' particolare, che raggiungesse i 27 m operativi ma che, nel contempo, garantisse anche un buon sbraccio e fosse montata su un veicolo patente B al fine di contenere il più possibile le dimensioni e l'ingombro". Lo sbraccio, in particolare, a cosa vi serve? "In genere operiamo portando la piattaforma quanto più vicino allo stabile, ma capita spesso che la situazione ci richieda di operare da bordo strada, raggiungendo lo stabile sfruttando l'elevato sbraccio di cui la E270PX dispone". Una macchina che risponde perfettamente alle esigenze, quindi. "Abbiamo optato per la E270PX di GSR dopo averne constatato non solo le prestazioni e il buon rapporto qualità/prezzo, ma anche l'estrema robustezza e la notevole stabilità" continua Signorelli. "Rispetto alla piattaforma precedente la E270PX è decisamente più stabile: anche alle massime estensioni in altezza o in sbraccio mi sento sicuro" conferma Rivellini.