Questo sito utilizza cookie tecnici. Possono esserere inviati cookie da terze parti destinati al solo scopo statistico la cui raccolta di dati è riferita esclusivamente all'uso di questo sito. Continuando la navigazione accetti tacitamente l'uso dei cookie indicati. →  Per maggiori info → → → → 
PAGINA DI ARCHIVIO, PER NOTIZIE PIÙ RECENTI SU: GRU
RETROCABINA
CLICCA QUI →
 

Fassi Gru ... F110B, F110B.1, F110B.2

Fassi Smart App System

 

N

Sguardi al futuro


Con la propria voglia di continuare a innovare e cercare soluzioni alle esigenze del mercato, Fassi Gru affronta il 2013 con un carico di novità

FOTOTECA VIDEOTECAhttp://www.macchinecantieri.com/fototeca_&_videoteca.htmlshapeimage_4_link_0
SOCIAL NETWORKhttp://www.macchinecantieri.com/Social_network.htmlshapeimage_5_link_0
FILMATI ISTITUZIONALIhttp://www.macchinecantieri.com/Filmati_istituzionali.htmlshapeimage_6_link_0
RIVISTE DIGITALIhttp://www.macchinecantieri.com/Riviste_Digitali.htmlshapeimage_7_link_0
E-@LABhttp://www.macchinecantieri.com/E-l%40b.htmlshapeimage_8_link_0
ARTICOLIhttp://www.macchinecantieri.com/Articoli.htmlshapeimage_9_link_0
PRECEDENTE
      sfoglia pagine
         SUCCESSIVAmarangoni012.htmlliebherr_gru.htmlshapeimage_10_link_0shapeimage_10_link_1
HOMEhttp://www.macchinecantieri.com/home.htmlshapeimage_11_link_0
CHI SIAMOhttp://www.macchinecantieri.com/Chi_siamo.htmlshapeimage_12_link_0
CONTATTIhttp://www.macchinecantieri.com/Contatti.htmlshapeimage_13_link_0
INDICE ARTICOLI 2012indice.htmlshapeimage_14_link_0
Per facilitare la
navigazione
Le pagine indice 
contengono l’elenco
per argomento degli
articoli pubblicati
ed i relativi link

           onostante il periodo non fosse propizio, Fassi Gru, come da tradizione, ha partecipato al Saie. E non si è limitata a fare presenza ma ha portato novità. Sintomo della vitalità dell’azienda di Albino che continua a credere nel mercato, nel futuro e nella ricerca. Partiamo però dalla visione del mercato da parte di Giovanni Fassi. Che non ha avuto parole clementi sulla situazione italiana. “Non posso dire di confidare in una rapida ripresa del mercato domestico” ha sintetizzato Fassi. “La situazione è precaria: banche che non hanno una sana politica di credito, tasse e imposizioni fiscali elevate, leggi che ingessano l’attività imprenditoriale. Fortunatamente come Azienda abbiamo puntato sull’estero, che ci ha salvato dalla crisi e ci ha fatto crescere. I mercati europei non stanno andando tutti benissimo; Spagna, Grecia e Portogallo sono ben lontani da una soluzione. Germania e Francia si sostengono per il momento, anche se il loro destino è legato all’euro e alla sorte degli altri Stati. Fuori Europa si respira un’aria diversa e arrivano segnali e risultati incoraggianti”. Viene spontaneo dire che un quadro così sono in tanti a delinearlo. Fa arrabbiare però che tutte le considerazioni e i segnali di allarme non siano raccolti, analizzati e compresi da chi di dovere. Ma nonostante tutto, Fassi ha deciso di restare in Italia a produrre (e di questo siamo grati) anche se per farlo a sua volta deve ringraziare i mercati esteri. Si spera solo che partano iniziative concrete dedicate alla riqualificazione e alla sostenibilità edile in ambito urbano e abitativo e la sostenibilità ambientale ed energetica. Il tema in effetti è strategico per il rilancio economico delle costruzioni, una via di uscita che potrebbe dare un po’ di respiro a questa nostra stentata economia. E nel quale i nuovi prodotti Fassi avrebbero un ruolo di primo piano. Per esempio, la nuova gru F110B che introduce il sistema a una o due bielle (rispettivamente identificate dalle sigle F110B.1 e F110B.2) per incrementare  performance ed efficienza, sono modelli utilmente impiegabili in svariate applicazioni. La novità saliente, in effetti, è costituita dall’adozione di una biella in corrispondenza dello snodo tra colonna e il braccio principale (F110B.1) ed eventualmente di una seconda biella (F110B.2) tra braccio principale e braccio secondario.

Il progetto sottolinea la volontà di offrire al mercato una gru con diverse soluzioni tecnologiche per rispondere a tutte le esigenze di impiego. Infatti il cliente potrà configurare la macchina sulla base delle proprie necessità e per tutte le possibili funzioni (con l’esclusione della rotazione continua). L’introduzione del biellismo singolo o doppio consente di sfruttare ulteriori e inedite potenzialità di questi modelli perché si può contare su prestazioni migliori sia in termini di sollevamento dinamico, sia di capacità statiche sulle curve di sollevamento. Sono inoltre possibili configurazioni di targa in

orizzontale senza angolazione del braccio principale e il mantenimento dei carichi di targa anche con la funzione “Prolink” attivata. Le nuove F110B.1 e F110B.2 sono disponibili in cinque versioni per entrambe le gamme, identificate dalle sigle da .21 a .25, corrispondenti al numero di sfili idraulici (da uno a cinque); lo sbraccio va da 5,7 m della .21 ai 14,1 della .25, mentre la capacità di sollevamento varia dalle 10 t/m della .21 alle 8,9 t/m della .25. Ovviamente resta disponibile in gamma anche il modello privo di entrambe le bielle, individuato dalla sigla F110B.0, che sostituirà la precedente F110A.0. Seconda grossa novità di Fassi Gru riguarda i servizi. È finalmente realtà il Fassi SmartApp System, il primo servizio di teleassistenza da smartphone Android ideato per il settore del sollevamento. Nato dalla filosofia Human Machine Interface (HMI) il Fassi SmartApp System offre l’opportunità di ottimizzare le potenzialità della gru attraverso la perfetta conoscenza delle statistiche di utilizzo e delle tempistiche di manutenzione. Grazie all’intuitivo menu è facile accedere alle differenti sezioni, passando dalla raccolta dei dati, espressi anche in grafici per una rapida consultazione, alla sezione di regolazione dei comandi. Inoltre, sempre dallo smartphone, è possibile attivare alcune funzioni della gru, come l’XP; oppure del veicolo, come l’accensione o lo spegnimento e la variazione dei giri motore. Tra le innumerevoli funzioni ci piace ricordare la funzione Black Box che non è solo una “scatola nera” digitale  delle operazioni eseguite, ma anche uno strumento di comunicazione con la rete di assistenza Fassi. O la funzione Geo-Locator che trova il centro di assistenza più vicino e, attraverso il Black Box, attiva la procedura di diagnostica in remoto salvando i dati e gli eventuali allarmi in un file che si può inviare all’assistenza tramite e-mail, informandola così in maniera corretta e precisa sulle disfunzioni riscontrate per predisporre un rapido intervento. Ma c’è anche spazio per le personalizzazioni del sistema: per esempio attraverso la sezione Radio Remote Control è possibile visualizzare le soglie di reazione del telecomando  e modificarne la sensibilità: regolando la risposta delle leve di controllo si possono impostare le articolazioni principali, basta modificare le curve di lavoro dei singoli elementi. È così possibile adattare in remoto la sensibilità dei comandi alle esigenze del singolo operatore e del singolo intervento.

F110B: i vantaggi in breve

La nuova F110B presenta un miglioramento delle performance rispetto alla precedente F110A.0:

a)peso ridotto del 20%;

b)sbraccio idraulico aumentato del 15% (con lo sviluppo della versione .25);

c)carico massimo al gancio mobile aumentato del 65% (nella versione con due bielle);

d)abbinamento della prolunga idraulica anche sulla versione .24.