Questo sito utilizza cookie tecnici. Possono esserere inviati cookie da terze parti destinati al solo scopo statistico la cui raccolta di dati è riferita esclusivamente all'uso di questo sito. Continuando la navigazione accetti tacitamente l'uso dei cookie indicati. →  Per maggiori info → → → → 
PAGINA DI ARCHIVIO, PER NOTIZIE PIÙ RECENTI SU: PIATTAFORME
AEREE
CLICCA QUI →
 

zed 23 jh la piattaforma  ultima nata in  casa CTE

 
FOTOTECA VIDEOTECAhttp://www.macchinecantieri.com/fototeca_&_videoteca.htmlshapeimage_3_link_0
SOCIAL NETWORKhttp://www.macchinecantieri.com/Social_network.htmlshapeimage_4_link_0
FILMATI ISTITUZIONALIhttp://www.macchinecantieri.com/Filmati_istituzionali.htmlshapeimage_5_link_0
RIVISTE DIGITALIhttp://www.macchinecantieri.com/Riviste_Digitali.htmlshapeimage_6_link_0
E-@LABhttp://www.macchinecantieri.com/E-l%40b.htmlshapeimage_7_link_0
ARTICOLIhttp://www.macchinecantieri.com/Articoli.htmlshapeimage_8_link_0
PRECEDENTE
      sfoglia pagine
         SUCCESSIVAlombardini.htmlwackerneuson.htmlshapeimage_9_link_0shapeimage_9_link_1
HOMEhttp://www.macchinecantieri.com/home.htmlshapeimage_10_link_0
CHI SIAMOhttp://www.macchinecantieri.com/Chi_siamo.htmlshapeimage_11_link_0
CONTATTIhttp://www.macchinecantieri.com/Contatti.htmlshapeimage_12_link_0
INDICE ARTICOLI 2012indice.htmlshapeimage_13_link_0
Per facilitare la
navigazione
Le pagine indice 
contengono l’elenco
per argomento degli
articoli pubblicati
ed i relativi link
La stabilizzazione ad H della 
ZED 23 JH consente di lavorare vicino  o sopra i marciapiedi evitando in ogni caso il cosidetto “strisciamento” degli stabilizzatori
LA ZED 23 JH IN CITTà
La nuova Zed di CTE mutua dalla sorella 21 JH anche il sistema di stabilizzazione ad H. Si tratta di un brevetto CTE che funziona mediante fuoriuscita della trave dei singoli stabilizzatori in un unico movimento. Grazie a questo sistema la ZED 23 JH può lavorare in aree piccole, senza temere ostacoli o dislivelli del suolo: la stabilizzazione ad H, infatti, consente di lavorare vicino a marciapiedi, gradini e simili, evitando lo strisciamento degli stabilizzatori, e garantisce un’escursione degli stessi pari a 220 mm.
Facile notare il ridotto ingombro di coda della ZED 23 JH

Facile notare il ridotto ingombro di coda della ZED 23 JH

Presentata in anteprima al SAIE la nuova piattaforma autocarrata articolata  ZED 23 JH: 250 kg di portata, 23 m d’altezza di lavoro, jib, compattezza e caratteristiche uniche le sue carte vincenti

Da 21 a 23


La ZED 23 JH nasce sulla scia del successo della ZED 21 JH per proporre un modello con le stesse caratteristiche vincenti ma con 23 m di altezza operativa


Jib, portata maggiorata, doppio braccio articolato, compattezza e massima semplicità d’uso: in sintesi sono queste le caratteristiche salienti che hanno contribuito a decretare il successo della ZED 21 JH. Un successo che il costruttore di Rovereto ha deciso di raddoppiare, aumentando l’altezza operativa a 23 m su un nuovo modello di ZED, la 23 JH appunto. Pur essendo una “sorella maggiore” della ZED 21 JH, la nostra 23 JH è l’unica piattaforma aerea autocarrata, nel segmento dei 23 m di altezza allestita su un veicolo patente B, che presenta un jib in grado di lavorare con un angolo di ben 145°, di cui 30° in positivo; performance, questa, che assicura all’operatore di poter lavorare sempre in posizioni comode e perfettamente ergonomiche. In tema di design, la nuova nata in casa CTE presenta un  braccio pulito e funzionale, con il sistema telescopico parallelo alla parte articolata al fine di mantenere gli ingombri quanto più possibile ridotti. Cavi e catenarie sono interne al braccio, ovviamente al riparo da eventuali danni che possono occorrere durante la movimentazione: Inoltre tale posizionamento garantisce anche un maggior riparo di questi componenti dai danni da usura. Alla definizione del nuovo design del braccio ha contribuito non poco l’adozione di un nuovo acciaio altoresistenziale, il Docol 1200. Questo acciaio ha permesso ai progettisti CTE di ridurre lo spessore delle lamiere che compongono la struttura, cosa che ha portato a una naturale riduzione del peso del braccio e di quello complessivo della macchina stessa, mantenendo inalterate le caratteristiche di solidità e stabilità da sempre presenti sulle piattaforme CTE.

La portata nel cestello arriva a 250 kg (comprese due persone e il materiale necessario al lavoro), ma la vera prestazione interessante sta nel fatto che tale portata è unica per tutta l’area di lavoro, senza limitazioni. Un bel vantaggio, frutto della ricerca costante dei progettisti CTE volta a incrementare le portate e le altezze di lavoro delle piattaforme per dare la possibilità di portare in cesta anche attrezzature pesanti senza rischiare di andare in blocco proprio per via del peso mentre si lavora.

Il quadro comandi posto sulla cesta è stato studiato seguendo un design ergonomico per garantire miglior visibilità, facilità di utilizzo dei comandi e comodità di lavoro per l’operatore

per info

IL DIAGRAMMA DI LAVORO DELLA ZED 23 JH