Questo sito utilizza cookie tecnici. Possono esserere inviati cookie da terze parti destinati al solo scopo statistico la cui raccolta di dati è riferita esclusivamente all'uso di questo sito. Continuando la navigazione accetti tacitamente l'uso dei cookie indicati. →  Per maggiori info → → → → 
PAGINA DI ARCHIVIO, PER NOTIZIE PIÙ RECENTI SU:
PIATTAFORME AEREE
CLICCA QUI →
 
 
 

Grazie alla scelta della Spider 18.90 di Platform Basket oggi Salgo può noleggiare un mezzo in grado di raggiungere i 18 metri di lavoro stabilizzandosi in un’area

con poco più di 3 metri di lato

IL DEALER

Salgo è seguita, per la vendita e l’assistenza della Spider 18.90 dal dealer di zona di Platform Basket, la Ormi. “Fondata nel 1970 dall’attuale presidente, Ivano Guidetti, l’azienda è stata una delle prime realtà nazionali a specializzarsi nell’assistenza tecnica di piattaforme aeree” racconta con orgoglio Graziano Guidetti, responsabile commerciale. “Nell’attuale e affollato mercato delle piattaforme aeree, il nostro obiettivo è quello di differenziarci affiancando alle vendite una serie completa di servizi di assistenza tecnica post vendita che ci permetta di continuare a essere il punto di riferimento per i nostri clienti”. Dal 2009, Ormi è centro assistenza autorizzato e concessionaria per la Lombardia delle piattaforme aeree cingolate Platform Basket con cui si è instaurato un legame serio e duraturo di collaborazione e amicizia. Tra i propri servizi di punta offre  assistenza tecnica e commerciale, vendita ricambi e accessori utilizzando anche nuovi canali primo tra tutti “internet” sui cui Ormi è attivissima da anni. Per info: www.ormi.biz

LA SPIDER 18.90 IN SINTESI

Oltre alle prestazioni ben riassunte dai dati tecnici, quello che fa la differenza tra la Spider 18.90 di Platform Basket e i modelli equivalenti disponibili sul mercato sono caratteristiche quali il carro cingolato allargabile (larghezza variabile fra 79 e 107 cm, altezza variabile tra 195 e 219 cm), la presenza di una serie di congegni di controllo della stabilizzazione, della planarità e della posizione di chiusura della piattaforma (quest’ultima necessaria per discriminare l’impiego delle funzioni di stabilizzazione&traslazione della macchina) e, attraverso un dispositivo elettro-idraulico di controllo del carico in navicella, la possibilità di gestire l’operatività dello sbraccio laterale, costantemente ottimizzato in funzione del peso reale presente nella navicella. Grazie a questa soluzione è possibile manovrare fino alla massima altezza anche con 200 kg di portata, nonché di sfruttare l’operatività del jib sempre attivo in qualsiasi condizione d’impiego.

Tra gli optional più funzionali ricordiamo, inoltre, la possibilità di affiancare ai classici comandi con distributori a leva un radiocomando a filo o un telecomando, la possibilità di montare il Kit Rotazione navicella che permette la rotazione assiale della navicella di 140°, la scelta fra diverse motorizzazioni e la possibilità di montare una elettropompa da 220 V per lavorare

in ambienti chiusi.

Altezza massima di lavoro (m) 17,70

Altezza piano di calpestio (m) 15,70

Sbraccio massimo laterale (m) 9,30

Angolo di rotazione  360°

Navicella (L x W / cm) 120 x 66

Portata max (kg) 200 (comprese 2 persone)

Ingombro stabilizzazione (m) 3,70 x 3,10

Pendenza max superabile 27° (51%)