Questo sito utilizza cookie tecnici. Possono esserere inviati cookie da terze parti destinati al solo scopo statistico la cui raccolta di dati è riferita esclusivamente all'uso di questo sito. Continuando la navigazione accetti tacitamente l'uso dei cookie indicati. →  Per maggiori info → → → → 
PAGINA DI ARCHIVIO, PER NOTIZIE PIÙ RECENTI SU REPORTAGE ESCAVATORI
CLICCA QUI →
 
 
 

Veloce, agile, ben strutturato, con buona visibilità e di facile manovrabilità. Questi sono alcuni dei giudizi emersi dalla prova effettuata in cava, dell’escavatore cingolato Hyundai Robex 145LCR-9

ALLA FRUSTA

Nel mettere alla frusta il Robex 145LCR-9, la sensazione è di una macchina molto maneggevole e agile. Innanzitutto l’ottima trazione dei cingoli permette di raggiungere facilmente zone di lavoro ripide e scomode. Altro aspetto positivo di questo escavatore è la velocità di rotazione della torretta. Presenta, infatti, grande rapidità di movimento, elemento fondamentale per ottimizzare i tempi di lavoro. E nonostante la grande velocità nei movimenti, il nostro assicura all’operatore sempre un’ottima controllabilità. Le diverse modalità di lavoro, inoltre, permettono di selezionare la condizione ideale di volta in volta, per procedere all’attività da effettuare. Le diverse modalità di lavoro, infatti, offrono potenza di motore e velocità degli accessori su misura. Nella modalità Power velocità degli accessori e potenza del motore sono massimizzate; in modalità Standard una ridotta potenza fissa assicura il giusto rapporto tra prestazioni ed economia di carburante. In modalità Economy, infine, portata idraulica e potenza del motore sono stabilizzate in base alle condizioni di carico, con ottimizzazione di efficienza e manovrabilità. A queste modalità si affianca la modalità utente, per quegli operatori che preferiscono una configurazione più precisa dell’escavatore: tale modalità consente all’operatore di personalizzare la velocità del motore, la potenza della pompa, la velocità al minimo e molti altri aspetti della macchina.

MANUTENZIONE

La manutenzione nelle macchine movimento terra è fondamentale. Il Robex 145LCR-9, da questo punto di vista, è stato progettato in maniera ottimale. L’accessibilità al motore, infatti, è eccellente. Tutti i rabbocchi sono facilmente raggiungibili. I componenti sono di facile individuazione, e progettati in maniera da essere robusti e affidabili. L’accesso da terra a filtri, raccordi di lubrificazione, fusibili e componenti elettronici, infatti, facilita notevolmente all’operatore i controlli di routine e ai meccanici la manutenzione, grazie anche ai vani ad ampia apertura. Le nuove boccole sono progettate, inoltre, per intervalli di lubrificazione prolungati, che arrivano a 250 ore grazie all’adozione di spessori polimerici resistenti all’usura. Il cambio dei filtri idraulici a lunga durata, invece, è previsto a 1.000 ore, mentre il nuovo olio idraulico, anch’esso a lunga durata, va sostituito ogni 5.000 ore di lavoro. C’è poi la possibilità, offerta dalle nuove tecnologie, di monitorare via internet le condizioni della macchina in qualunque momento.

LA CABINA

La cabina, si sa, si può definire come “l’ufficio” dell’operatore. E in
quanto tale, deve essere il più possibile confortevole e pratica, considerando il fatto che è sottoposta a movimenti e sollecitazioni degni di un terremoto. La cabina del Robex 145LCR-9 è stata progettata in maniera molto accurata, sia dal punto di vista del comfort, sia della
sicurezza. Il telaio è costituita da una struttura tubolare in acciaio, più sottile ma più resistente e stabile. Anche la visibilità è stata notevolmente migliorata, grazie alle ampie vetrate.  I joystick sono ergonomici equipaggiati con pulsanti ausiliari e regolabili in altezza, così
come i braccioli e la console, per assicurare il massimo comfort dell’operatore. Il sedile, è equipaggiato con sospensioni meccaniche di serie o pneumatiche optional mentre lo schermo LCD a colori da 7 pollici con interruttore a rotella permette di controllare facilmente la diagnostica e effettuare le regolazioni della macchina.  A completare la cabina, ci sono climatizzatore, radio AM/FM, lettore MP3 e la possibilità di telefonare grazie alla funzione vivavoce.
 


Motore

Modello                    Mitsubishi D04FD-TAA

Potenza nominale (SAE netta)         113 HP (85 kW) a 2.000 giri/min

Coppia massima                45,4 kgf a 1.700 giri/min


Impianto idraulico

Tipo                    2 pompe a pistoni assiali a cilindrata variabile   

Capacità nominale            2x130 l/min

Pompa ausiliaria            a ingranaggi


Serbatoi

Carburante                        232 l

Impianto idraulico serbatoio compreso        180 l


BENNA

Capacità della benna (SAE)            0,23-0,71 m3

   

PRESTAZIONI

Forza massima di scavo (ISO)            102 kN

Profondità massima di scavo            5.990 mm

Altezza massima di scarico             7.230 mm

http://FTTC.macchinecantieri.com/FV1011/Fototeca/pagine/Hyundai_145LCR-9.html